Il condizionale in inglese, First Conditional.

Il condizionale del primo tipo, first conditional, in inglese è quello che usiamo quando si vuole suggerire che la situazione è reale e possibile.

Vi faccio un triste esempio:

If you really want to learn English, you need to spend some time in England. (o in un qualsiasi altro paese dove si parla inglese)

Dicevo “triste esempio” perché si tratta di una verità (quasi) assoluta, non voglio aprire qui una questione sull’apprendimento delle lingue straniere lontano dalla loro madrepatria, ma semplicemente dire che esiste una tale questione. Perché come le persone soffrono lontano dal loro paese d’origine, lo stesso succede alle lingue. Tuttavia, essendo l’inglese internazionale, ovvero persona di mondo usa ai più diversi costumi, soffre un pochino meno delle altre.

Tornando all’argomento del post, immagino che abbiate imparato lo schemino:

first conditional = if + present tense / will nella frase principale,

che è vero ma assolutamente non esaustivo. Già nell’esempio non abbiamo un futuro ma “need to”. Infatti, lo schema principale accoglie diverse possibilità di variazione, che riassumo qui sotto:

if + present + may/might

if the fog gets thicker the plane may/might be diverted.

if + present + can

If it stops raining we can go out.

If + present + must/should

if you want to lose weight you must/should eat less.

C’è inoltre la possibilità che la frase principale sia al presente, il cosidetto da alcuni e in alcune grammatiche 0 (zero) conditional.  Questo tipo di frase si usa per esprimere risultati automatici, abituali, dati di fatto, cose che sono così e basta, del tipo “se mi lasci non vale”.

if+ present + un altro present tense

if water is frozen it expands.