Il plurale dei sostantivi

Il plurale dei sostantivi

Come è universalmente conosciuto in inglese il plurale dei sostantivi si forma aggiungendo una s al singolare.
es: book → books

Tuttavia, alcuni sostantivi che terminano con un suono che non cambierebbe con la sola aggiunta di una s (pensate a come si potrebbe pronunciare boxs) aggiungono es. Sono le parole che terminano in ch, s, sh, ss, x, z
es: box → boxes
bus → buses

Normalmente anche i sostantivi che terminano in o
aggiungono es. es: potato → potatoes.
Fanno eccezione le abbreviazioni e le parole di origine straniera.
es: video → videos
disco → discos

I sostantivi che terminano in y
preceduta da consonante hanno il plurale in ies. es: baby → babies.
opportunity → opportunities

Alcuni sostantivi che terminano in f o fe
hanno il plurale in ves. es: wife → wives.
knife → knives

Alcuni sostantivi hanno invece un plurale irregolare alcuni di questi sono molto comuni.
es: man → men.
woman → women

SingolarePlurale

Regolari key
book
keys
books
ch, s, sh, ss, x, z, o beach
bus
brush
beaches
buses
brushes
y preceduta da cons. city cities
f, fe leaf leaves
Irregolari child
foot
children
feet

 

Vai agli esercizi interattivi (richiede un applet)

Annunci

Gli aggettivi possessivi in inglese

Anche se non sembra, pure io so scrivere una tradizionale lezione di grammatica.

Eccovene une esempio:

Gli aggettivi possessivi

In Inglese non esiste il
maschile, il femminile e
il plurale dell’aggettivo possessivo come in italiano (mio,
mia, miei, mie), ma
una sola forma per ogni persona
my, your, our, their,  con l’unica
eccezione della terza persona singolare:
his/her/its .

Inoltre mentre
in italiano l’aggettivo possessivo si concorda
in genere e numero con l’oggetto posseduto, in inglese si
concorda con il
possessore.

 

Italiano

Es: se abbiamo
due nomi, Marco e Cristina e due oggetti, un
libro e una sedia in italiano avremo:


il suo libro


la sua sedia

non è
chiaro a quale persona si riferisca.
I due oggetti
potrebbero essere di
Marco o di Cristina, infatti l’aggettivo si concorda in
genere e numero con
l’oggetto posseduto, in questo caso maschile singolare per il
libro e femminile
singolare per la sedia.

 

Inglese

È
subito chiara l’appartenenza dell’oggetto:


her book
= il suo (di
lei)  libro    ovvero
Cristina’s book (il libro di
Cristina)


his chair
= la sua  (di lui)
sedia
Marco’s chair    (la
sedia di Marco)[1]

 

NB, non si usa
l’articolo di fronte all’agg. Possessivo


My friend
e
non the my friend
  (il mio amico)

 

mio, mia, miei,
mie

my

My
sister is a dancer.

Mia sorella
è una ballerina.

tuo, tua, tuoi,
tue

your

What
is
your
favourite colour?

Qual è
il tuo colore preferito?

suo, sua, suoi,
sue (di lui)

his

She’s
wearing
his
pullover.

Lei sta
indossando il suo (di lui) maglione.

suo, sua, suoi,
sue (di lei)

her

He’s
driving
her
car.

Sta guidando la
sua macchina (di lei).

suo, sua, suoi,
sue (riferito a oggetti o animali)

its

The
tiger escaped from
its
cage.

La tigre
è scappata dalla sua gabbia.

nostro, nostra,
nostri, nostre

our

Our
children love to play the piano.

I nostri figli
amano suonare il piano.

vostro, vostra,
vostri, vostre

your

The
teacher said: do
your
homework!

L’insegnante
disse: fate i vostri compiti!

Loro

their

Parents
love
their
children.

I genitori amano
i loro figli.

 


 


[1]
Vedi il genitivo sassone

A lezione di inglese con i film: Present Perfect

“I have seen one or two things in my life but never, never anything like this.”

Inizia con queste parole il trailer di Eyes Wide Shut, che potremmo tradurre così: ho visto una o due cose nella mia vita ma mai, mai qualcosa del genere.

I have seen è un Present Perfect (present dell’ausiliare have + participio passato del verbo principale), un tempo passato dell’inglese il cui uso può risultare problematico a un parlante italiano, perché? Perché nella nostra testa equivale al passato prossimo, tuttavia gli inglesi usano anche il Simple Past (I saw) dove noi useremo il passato prossimo… e allora che fare?

Ricordate che il Simple Past ha in sé il concetto di tempo finito, azione passata, game over. Ma chi parla è visibilmente ancora in vita, per cui l’uso di un tempo finito con l’espressione “in my life” sarebbe stato in questo caso poco appropriato.

C’è un’altra frase celebre che comincia con un present perfect ed è questa:

” I’ve seen things you people wouldn’t believe.” Ho visto cose alle quali voi umani non riuscireste a credere” (Blade Runner)

Anche qui chi parla usa il Present Perfect. Avrebbe potuto usare il Simple Past? Sì, ma sarebbe stato probabilmente un viaggiatore dello spazio italiano, che continua a non distinguere tra i due verbi. L’uso del Present Perfect qui enfatizza l’effetto che cose eccezionali viste in passato hanno su chi parla ancora oggi, per cui, mentre costui le enumera è come se gli passassero davanti agli occhi in tutto il loro terribile splendore.

see (vedere)

see/saw/seen

per saperne di più sull’uso del Present Perfect e del Past Simple visita questi siti:

http://web2.uvcs.uvic.ca/elc/StudyZone/410/grammar/ppvpast.htm

http://www.nspeak.com/giorgi/efl/fad/grammar/38pastsimplevsperfect/simplepastvsperfect.htm