Quella bestemmia del Grande Fratello

Ogni anno cerco di evitare il Grande Fratello, poi succede sempre che mi lascio attirare da Mai dire Grande Fratello dei Gialappa’s e finisco per guardare qualche minuto del programma “serio”, e ogni volta mi stupisco che qualcuno si stupisca di ciò che è oltre ogni stupore, perché è ovviamente ovvio: questi ragazzacci urlano, litigano, si insultano, insomma, sono come dice quel povero sensibilone di Signorini “volgari e maleducati”! E bestemmiano pure! L’unico peccato in televisione che procura l’immediato ostracismo, l’ultimo tabù, e che tabù, io me li immagino tutti questi cattolici praticanti e devoti che si spulciano i video del Grande Fratello in cerca della GRANDE OFFESA!
Ma chi poteva mai immaginare che a rinchiudere in una casa spiata giorno e notte dalle telecamere, un branco di ragazzi e ragazze egocentrici e narcisi, scarsamente acculturati, con problemi comportamentali di vario genere, aizzati in tutti i modi dalla produzione perché si scannino (ma educatamente per favore!)a favore di camera, scappasse qualche parolaccia o qualche intercalare proibito dal signore Iddio, nonché dal signor Canale 5 in persona?
NESSUNO! Oltrettutto siamo solo alla dodicesima edizione, cosa ne sai di che cosa può succedere dopo solo dodici volte che produci lo stesso identico programma, accentuandone ogni volta gli elementi maggiormente conflittuali?
Io capisco che Signorini si scandalizzi! Come è possibile che tali personcine non passino i loro giorni a disquisire che ne so io? Di Filogenesi magari, di matematica per l’economia, o di semiotica medica? Una roba così, insomma.
Quindi tutta la mia solidarietà alla produzione, a Signorini e a quei poveri cattolici che continuano a guardare il Grande Fratello colmi di speranza che un mondo nuovo stia per sorgere, e si trovano inesorabilmente davanti alla solita bestemmia.

Annunci