Danni psicologici permanenti

– E’ ARRIVATA LA NUOVA PROF, E’ ARRIVATA LA NUOVA PROF!!!

– Good morning, class.

– Eh? che cosa sta dicendo? AHAHAH IHIHIHI UHUHUHUHU, dai ragazzi tutti fuori, andiamo, correte dietro di me, facciamo il trenino! Oh lé lé, oh là là, faccela vedé, faccela toccà.

– Ohhh, ma dove state andando? BACK TO YOUR CLASSROOM, NOW! Ma, ma, stiamo scherzando???

– E però, ‘scolti prof, si avvicini che le facciamo una foto con il cell. Lo sa che lei si veste proprio fescion?

– Senti bella, io sono qui per fare lezione…

– DAI, DAI TUTTI INSIEME SOLLEVATE LA SEDIA, GIRARE, RUOTARE.

– Ma perché ci sono venuta in questa scuola? Ma tutte le cose che ho visto in televisione sulle superiori non mi sono servite a niente??? Le medie, dovevo scegliere le MEDIE! Adesso mettete giù, METTETE GIU’ QUELLE SEDIE!

SBLAM, SPATAPAM, STUMP

– NON HO MICA DETTO DI LANCIARLE SUI MURI!

– Prof, e su Fabrizio le possiamo lanciare? Tanto è bello grosso e ne tiene.

– AHAHHA, IHIHIHIH,

– Ma lei è la nuova prof di inglese vero? YEAHHHH, lo sa dire YEAHHHH?

– Senti, primo smettila di filmare, secondo…”my name is…” SECONDO, OHHHH STO PARLANDO IOOOO. Bene, non mi ascoltate? Adesso salgo sulla cattedra vediamo se dall’alto mi sentite meglio… MY NAME IS…

– Oh! Guardate, la prof e sulla cattedra!!! Dai, dai, sediamoci tutti per terra…

– MY NAME IS…

– E adesso effetto domino! Tutti giù, viaaaaaaaaaaaaaa!

– Basta, basta, no, no, adesso vado dalla preside, questa situazione assurda deve finire, non posso mica andare avanti a lungo così, noooooooo. EHI VOI, STO ANDANDO DALLA PRESIDE, STO ANDANDOOO ADESSOOO!

– Vada prof, vada tranquilla, ci penso io alla classe e ce la saluti tanto!

– Preside, PRESIDE!

– Mi dica, professoressa.

– Sono appena arrivata, sono in quella seconda laggiù…

– Sì, sì, lo so. Che cosa vuole che le dica?

– Non è mica possibile…

– Io non ci posso fare niente, torni in classe, e in fretta, e non si azzardi più a lasciarli soli, quegli animali!

– Ma… io…

– Vadi, VADIIIIII

– Vadi? Vadi? Una preside? Ma davvero devo rientrare in quel posto? Io al massimo ci resto fino a quando suona la campana e poi non ci torno più, dio, si sente il chiasso da qui, e quei due sono già nel corridoio, mado’ le streghe con il cellulare si stanno facendo le foto all’ombelico… ma… ma.. dove sono???? Questa è la mia stanza, sono nel mio letto… ma non mi dire…. non mi dire che era solo un soooogno, era un soooooogno. E se non ricordo male, sono pure in vacanza, è Nataaaaaaaaale. Se sopravvivo a questi incubi, chiederò i danni al ministero…

Annunci

Tonia e Timotea (i compiti delle vacanze) 3

– Allora Tonia, il succo di questo paragrafo: una delle conseguenze maggiori della Prima Guerra Mondiale è il crollo dei grandi imperi e la nascita di ben 26 nuovi stati, capisci cosa vuol dire?

– EH, CERTO!

– Cosa vuol dire?

– Che dopo la Prima Guerra Mondiale sono crollati i grandi imperi e sono nati 26 stati.

– E quali erano i grandi imperi?

– Mmhh… Germania? Polonia? Russia?

– Quelli sono stati…

– Eh!

– Eh cosa? Stati e imperi sono la stessa cosa?

– Sì.

– NO!

– Sco’ Timo, non ti arrabbiare però, forse sarebbe il caso che mi rispiegassi alcune cose…

– Tipo?

– Tipo cosa vuol dire stato… impero, GOVERNO, monarca, re, sovrano, AH NAZIONE, parlamento… queste cose qui, insomma.

Tonia e Timotea (i compiti delle vacanze 1)

– Studiato scienze?

– Sì, Timo. Il DNA.

– Tutto chiaro?

– Non proprio tutto. Non è che mi potresti spiegare che differenza c’è tra cromosomi, molecola e DNA? E poi, può esistere un DNA senza molecola, e DNA e molecola sono la stessa cosa? Ma è la molecola di DNA o sono le molecole di DNA…

– Mìììììììììììììììììììììììì, ZITTA! Siediti lì, apri il libro CHE RICOMINCIAMO TUTTO DACCAPO!