Caccia al tesoro su Internet

Questa caccia al tesoro su Internet propone una versione moderna dell’antica ricerca sui testi, ed è resa possibilmente più attraente utilizzando la forma del quiz, per stimolare oltre la curiosità anche un pò di sana competizione tra gli studenti.

Si può proporre con un limite di tempo, oppure la gara si interrompe quando la prima squadra ha trovato tutte le riposte. Ma si può anche lasciare liberi gli studenti di “giocare” individualmente.

Per ogni domanda è fornito il sito sul quale trovare la risposta, soluzione per classi con un livello di conoscenza della lingua basso.

In alternativa si possono presentare tutti i siti suggeriti in un elenco separato da quello delle domande, per complicare un po’ le cose.

Quiz su Versailles
versailles

Per rispondere alle domande visita i siti riportati sotto ognuna di esse

1.    La ville de Versailles se trouve à combien de kilomètres de Paris?……………………………………..
trova la riposta qui

2.    Comment s’appellent les habitants de Versailles ?…………………………………………………………
trova la riposta qui (digita Versailles in RECHERCHE)

3.    De quel mot latin vient le mot “Versailles”?………………………………………………………………….
trova la riposta qui

4.    C’était quoi son nom à l’époque de la Révolution ?……………………………………………………….
trova la riposta qui

5.    Quel est le pourcentage d’espaces  verts de la commune de  Versailles……………………………
trova la riposta qui

6.    Dans quelle partie de la ville se trouve le parc du Château de Versailles ? (nord, sud, est, west)
trova la riposta qui (digita Versailles nello spazio per la ricerca)

7.    Dans quelle partie de la ville se trouve la forêt de Versailles ? (nord, sud, est, west)
trova la riposta qui (digita Versailles nello spazio per la ricerca)

8.    Combien de quartiers y a-t-il à Versailles?……………………………
trova la riposta qui

9.    Pourquoi Versailles est très célèbre ? Parce qu’il y a un magnifique………………………………………….
trova la risposta qui

10.    Qui ont été les habitants de cette magnifique résidence?………………………………………………….
trova la riposta qui

Contraddizioni

– One, two, three, four, five…

– HEY, TEACHER LEAVE US KIDS ALONE

all and all you’re just another brick in the wall
all and all you’re just another brick in the wall

– Bene, e adesso interrogazione.

– PROF! Ma come? E tutto we don’t need no education… teacher leave us kids alone???

– Quella si chiama “fiction“.

O tempora, o mores!

– Prooof, lo sa che mio zio ha PURE il CD di quegli spastici?

– Di chi, Eleonora?

– Di quei mongoli che ci ha fatto fare la canzone.

– I Pink Floyd, dici?

– Chi???

– “Another brick in the wall“?

– ???

We don’t need no education?

– QUELLI, QUELLI!

– Roger Waters, perdona loro…

Alibi

– Matteo e Saverio, venite qui!

– Sì, prof? Non abbiamo fatto niente, prof. Stavamo giocando…

– Sono entrata in bagno dopo di voi, e ho sentito odore di fumo. Avete fumato in bagno. Non so chi, ma di sicuro uno di voi due, perché siete gli unici che ho mandato.

– Prof! Io non sono stato!

– NEMMENO IO!

– Uno di voi due DI SICURO!

– PROF, IO NO! IO LE SIGARETTE CE LE HO IN CLASSE! VADO? GLIELE PORTO???

– Saverio…

– Eccole, guardi… ne manca solo una, quella che mi fumo la mattina prima di entrare. Quindi, IO non sono stato.

– Saverio…

– Sì?

– NON SOLO TI PORTI LE SIGARETTE A SCUOLA, MA LE SBANDIERI ANCHE???? PURE FIERO!

– No, prof, guardi, fiero no. Questo fatto di essere un fumatore, mi sta creando solo problemi…

L’origine dell’universo, conciliare scienza e religione.

– Mi raccomando, come ho già detto, non confondete il Big Bang con il Big Ben!

– Prof! Manca la “g” in Ben…

– Come volevasi dimostrare… QUELLO SI SCRIVE SENZA “G”, E’ IL NOME DELLA CAMPANA!

– Eh, ok, prof. Pensavo solo che anche quello voleva la “g”.

– NO. NON LA VUOLE. GLI FA SCHIFO LA “G”!

– Ce la rispiega la storia del Big Bang?

– Veramente stiamo facendo Londra…

– Ma io non ho capito bene!

– La grande esplosione da cui sarebbe nato l’universo. Prima c’era solo materia densissima e caldissima, condensata in un punto piccolissimo.

– Io non ci credo, prof…

– A cosa, Eleonora?

– Che il mondo sia nato così.

– E come sarebbe nato?

– Dio?

– Beh Eleonora, nessuno ci vieta di pensare che un giorno Dio abbia battuto le mani e BIG BANG!

– Oppure quel giorno era molto stitico…

– SALVATORE!