Inglese: tutto quello che avreste sempre voluto e i vostri prof non vi hanno mai dato.

Nella didattica delle lingue esiste una regola non scritta ma che viene ormai tramandata da generazioni di professori modernisti, ovvero: di meno è di più.
Ci sono certe intuizioni che vi vengono sin da piccoli, ma che si scontrano con la pratica e le convizioni granitiche di quelli più grandi di voi, e in questo caso di quelli più grandi di voi e pure responsabili della vostra formazione. Per cui o vi rassegnate e continuate a essere fedeli alle vostre intuizioni di bambini, ma in silenzio, e aspettate di crescere per scrivere la vosta invettiva in un blog come questo, oppure ve le dimenticate e vi conformate e, se diventate insegnanti di lingue, perpetuate la sacra regola non scritta del “di meno è di più”, ingrossando le fila di quei professori che piuttosto che farvi usare un dizionario tascabile bilingue per trovare l’equivalente inglese di “aiuto!” preferirebbero vedervi affogare nelle acque del Tamigi trascinati sotto dal peso di un enorme vocabolario monolingue, possibilmente enciclopedico.
In questo caso specifico il “di meno” che vi offrono spacciandolo per un “di più” è che è molto meglio un dizionario monolingue in cui trovate solo parole inglesi di un vocabolario bilingue in cui ci trovate anche il corrispettivo in italiano, in alcuni casi arrivano persino a dirvi che è molto meglio SENZA NESSUN vocabolario… che dovete usare il vostro intuito, che dovete attivare tutte le VOSTRE risorse, anche quando siete a livello 00 di lingua, come chiedere ad un barbone di comprarsi la casa, frugandosi nelle tasche alla ricerca degli spiccioli che sfuggono tra le pieghe.
Ciò che risulta ancora più paradossale è che vi allungano con indifferenza dei testi che sono non leggermente al dissopra delle vostre possibilità, ma così impossibili che al solo posarci lo sguardo sopra vi scorre tutta la vostra vita davantie siete voi a desiderare di essere inghiottiti dalle acque Tamigi.
Ecco, però vi dicono con aria serafica, che non è importante che voi capiate tutto quello che c’è scritto, NO stupidini, basta che capiate L’ESSENZIALE. L’essenziale, parola magica. Che magari per un attimo vi farà sentire sollevati, ma giusto per un attimo, perché subito dopo vi viene spontanea una domanda: ma esattamente come si fa a capire che cosa non è essenziale, senza capirlo?
Ma poi, se non è essenziale capire tutto, perché sotto al testo mi hai messo 20 domande di… COMPRENSIONE??? Mettimi uno schema circolare di unisci i puntini e scopri il voto che prenderai alla fine del test e facciamo prima.
– Prof, mi scusi, provate voi mentre tirate fuori dallo zaino un mini dizionario salva-vita italiano/inglese inglese/italiano, io sentirei l’esigenza di un auitino… anche di uno piccolino…
– UARRGGHHH
Il vostro prof ruggisce, poi avvicinandosi a voi con aria minacciosa abbassa la voce e vi chiede:
– Lo sai che cosa ti succederà se aprirai dico una ma solo UNA di quelle pagine figlie del demonio???
– Ehm, farfugliate voi, che che co-co-cosa?
– Che MAI E POI MAI E MAI MAI MAI imparerai una SOLA PAROLA di inglese.
– Guardi mi rassegno, tanto anche così… vede lo sto aprendo…
– NO! Se proprio devi… prendi questo. Oxford English Dictionary, 2000 pagine, 450 bilioni di lemmi, aggiornato a ieri mattina, QUESTO E’ UN DIZIONARIO.
– Capisco il suo punto di vista prof, ne avrà pure un triliardo di lemmi, ma sono sempre tutti in inglese…
– Basta, basta, lavora e stai zitta, signorina pappa-pronta. E dammi quel microbo di dizionario del cavolo che è sequestrato!
Allora voi cominciate, decisi comunque a provarci, ma sapete già quello che sta per verificarsi, ovvero il miracolo della moltiplicazione delle parole sconosciute. Per cui se all’inizio della vostra ricerca ne avevate una di parola sconosciuta, alla fine ne avrete cento, ramificate in decine di direzioni.
I vostri prof vi diranno che se voi avete cento parole sconosciute, loro hanno cento buone ragioni per comportarsi così, e se avrete la curiosità di chiederle, loro avranno la bontà di dirvele. Ciò che in realtà non sanno è che sono irrimediabilmente sotto il maleficio del “di meno è di più” e ci resteranno tutta la vita.

Leggi il prossimo post per conoscere le ragioni dei tuoi prof.

Annunci

2 commenti su “Inglese: tutto quello che avreste sempre voluto e i vostri prof non vi hanno mai dato.

  1. ihihihihihihh!
    Per le traduzioni dall’italiano all’inglese (senza dizionario) ogni volta chie chiedevamo alla prof “come si dice in inglese…” la sua risposta era sempre e solo “eeeeeh trova un sinonimo!!!”
    ma la verità è che ne sapeva meno di noi!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...