Conversazione con Tonia sulla memoria

– Timo?
– Sì?
– Sai chi abbiamo in italiano quest’anno?
– No. Chi?
– Tusia…
– E quindi?
– Sai cosa vuol dire avere Tusia in italiano?
– No.
– Vuol dire DANTE A MEMORIA!
– Ma stai scherzando?
– Già per domani abbiamo le prime sei terzine del Purgatorio. Come faccio???
– Non farlo. Rifiutati. Dille che le leggi, le fai la parafrasi, l’analisi grammaticale, il commento, ma a memoria che se le studi lei.
– A te sembra facile, io lo DEVO fare.
– E quali sarebbero le conseguenze se non lo fai?
– Mi abbassa il voto!
– Bene, tu senza scomporti replica che il tuo obiettivo è imparare, non prendere voti. Che i voti serviranno a loro per ricattarvi, ma che questi non sono problemi tuoi.
– E se mi mette una nota?
– Se ti mette una nota rispondiamo che siamo dalla tua parte, sempre pronti a supportarti per iniziative utili alla tua formazione… e ce ne sarebbero! Ma che per le stupidaggini e per assecondare le loro fisse, non spenderemo un minuto del nostro tempo.
– Stupidaggini dici? I prof ci dicono sempre che non abbiamo memoria, che ai loro tempi invece…
– Ecco hai detto bene, ai loro tempi. Informali che per la memoria hanno inventato gli hard disk. Per l’intelligenza invece siamo ancora affidati a noi stessi.
– Ma anche tu mi dici sempre che non mi ricordo nulla di quello che ho fatto, di quello che ho detto…
– Questo non è perché non hai mai studiato i sommi poeti a memoria, ma perché hai 16 anni e per te quello che è successo quando, metti, ne avevi 14 è come se fosse successo nella preistoria!
– Ci puoi contare che ne sono successe di cose in questi due anni!
– Appunto, per me invece sono solo dai 38 ai 40, praticamente l’altro ieri.
– Quindi non le studio?
– Se stai chiedendo la mia opinione, la risposta è no. Spendi il tuo tempo in modo migliore, e lascia perdere le fissazioni dei tuoi professori.
– Ehm, a proposito di fissazioni… ci sarebbe anche la prof di francese con il DELF…
– Pensi di potercela fare a…
– Prendere il DELF?
– No, A ESSERE VOLGARE! DILLE CHE IL SUO DELF SE LO PUO’ BEEEEEEP
– Simo, non ti sento mai dire parolacce!
– Non intravvedo altre possibili soluzioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...