A lezione di inglese con un film e una canzone: presentarsi e il verbo “live”.

Vi ricordate quella vecchia canzone commovente di Susan Vega?

L’incipit è una vera e propria lezione di inglese della prima unità, quella che di solito si intitola “presentarsi” o qualcosa di simile nei libri di testo.

My name is Luca, I live on the second floor… (mi chiamo Luca, vivo al secondo piano)

Ma c’è anche uno dei miei film preferiti che inizia con una presentazione: American Beauty

My name is Lester Burnham. This is my neighbourhood. This is my street. This is my life. I am 42 years old. In less than a year I will be dead. Of course I don’t know that yet, and in a way, I am dead already. (Mi chiamo Lester Burnham. Questo è il mio quartiere. Questa è la mia via. Questa è la mia vita. Ho 42 anni. In meno di un anno sarò morto…etc)

Tralasciando my name is (il mio nome è, ovvero mi chiamo) che non credo abbia bisogno di spiegazioni, vorrei soffermarmi sul verbo live e sulla dichiarazione dei propri anni.

E’ un errore molto comune tra i principianti dire “I have 42” e non “I am 42”. Ricordatevi che quando dichiarate i vostri anni, veri o presunti che siano, è necessario usare il verbo be (essere), perché in inglese non si possiedono gli anni, ma si è “old” (vecchi) di un certo tanto.

E’ quindi corretto dire:

I’m 42.

I’m 42 years old.

E’ invece scorretto dire:

I have 42

I have 42 years

I am 42 years (dimenticando “old”)

Per quanto riguarda il verbo live ci sono alcune cose da ricordare:

1. significa vivere, abitare.

2. se dovete dire il nome della vostra città, usate la preposizione in. I live in Sisuli.

3. se volete dire il vostro indirizzo senza numero, usate la preposizione in. I live in Pio Pio Road

4. se volete aggiungere anche il numero allora usate at: the English Prime Minister lives at 10 Downing Street.

5. per specificare il piano, come fa my name is Luca, usate la preposizione on: he lives on the second floor.

6. E se per caso la casa del vostro vicino vi fa proprio schifo, potete anche dirgli: you live in a shithole! per poi consigliargli di rivolgersi a questo programma:

Annunci

4 commenti su “A lezione di inglese con un film e una canzone: presentarsi e il verbo “live”.

  1. … che son stati “quasi” bravi gli inglesi!!! Giustamente, io abitare, tu abitare… non c’è mica bisogno di coniugare, si capisce lo stesso… però, egli abitares … è come un piccolo dispetto! E’ come la torta in cui c’è rimasta l’impronta della ciliegina che non c’è più! Poi invece al passato ti devi ricordare che la s non ci va…
    … che son stati quasi bravi gli inglesi!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...