Quasimodo in breve

– Allora, Matteo, che cosa ci hai portato, come argomento a piacere? Quasimodo? Sentiamo.

– Ehm… Quasimodo… il padre era ferroviere… e quindi lui si spostava molto da piccolo… da un paese all’altro… era alle elementari… ha scritto poesie già dalle elementari…

– E poi?

– …

– A che corrente appartenava? Hai presente, ecco, una corrente letteraria particolare, difficile, difficilmente interpretabile, chiusa…

– …

– Anche tragica, ecco, scrivevano poesie sulla tragicità della condizione umana, ecco.

– …

– Sulla solitudine dell’uomo moderno.

– …

– Un po’ come Montale, ecco.

– NON LO SO, PROF!

– L’ermetismo, Matteo, possibile!

– Senti, Matteo, visto che a me di sentire dove ha frequentato le scuole superiori Quasimodo, non mi interessa, non è che hai portato qualche poesia?

– Sì, professoressa, ho portato…

– Ecco, sì. In classe ne abbiamo analizzato di poesie, di poesie di Quasimodo, abbiamo fatto “Alla nuova luna”…

– Io ne ho portato un’altra, professoressa.

– Poi abbiamo fatto “Uomo del mio tempo”.

– No, non ho portato quella…

– Poi ancora, ecco, abbiamo fatto “Il mio paese è l’Italia”…

– PROF, MA IO NON HO PORTATO QUELLA.

– E poi ancora “Lettera alla…

– Ehm, scusa Elsina, forse Matteo, credo che Matteo ne abbia trovato una migliore, vero Matteo? Ho come un presentimento… quale poesia avresti dunque portato?

– “Ed è subito sera”!

– LO SAPEVO!

– EH NO, MATTEO, NO! TU NON VIENI A PRENDERMI IN GIRO ANCHE IL GIORNO DELL’ESAME!

– Ma professoressa, è una posia di Quasimodo!

– Basta, non ti permettere più! NON TI PERMETTERE!

– GLIELO GIURO, GUARDI!

– E COSA SAREBBE QUESTO FOGLIO ACCARTOCCIATO???

– Ehm… un pezzo della mia tesina, prof. Guardi, legga qui, legga…

– TI HO DETTO DI SMETTERLA!

– Scusa Elsina, facciamolo esprimere, lasci che ne parli. Io avrei una domanda.

– Senti, Timotea, questo qui non mi prenderà in giro anche l’ultimo giorno di scuola!

– Matteo dai, sono curiosa, per quale motivo hai scelto questa poesia??? Forse perché ha tre righe??? Non credo che Quasimodo abbia scritto poesie di un verso, altrimenti…

– TI DICO TIMOTEA CHE NON L’HO SPIEGATA! NON L’HO SPIEGATA!

– MA E’ UNA POESIA PROFESSORESSA, L’HO TROVATA SU INTERNET, GLIELO GIURO.

– NON TI AZZARDARE A PARLARE TU, FINO ALL’ULTIMO GIORNO, FINO ALL’ULTIMO!

– Ma dai, Elsina, magari, lo so che è un azzardo, ma magari la sa pure commentare, lasciamogliela co…

– BASTA!

– Eppure professoressa, glielo giuro… è una poesia!

– Lo so, Matteo, lo so. Se ne avessi scelto una un po’ più lunga però…

Annunci

4 commenti su “Quasimodo in breve

  1. Questo Matteo è stato proprio ermetico non c’è che dire…
    Ma qualche disgraziato che qualcosa la sa c’è? No, perchè la cosa deprime proprio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...