Ore otto e diciassette

Ceeeeeeeeeeee, mììììì le otto e cinque, devo correre, correre, le chiavi della macchina, dove sono? eccole, dai dai Timo dai, dai dai che ce la fai, strombetta metti la marcia e vai, dai che non arrivi in ritardo almeno oggi che c’è la prova di inglese, cosa penserà di te il presidente di commissione, noooooooooooooo le otto e sedici, le otto e sedici e devo ancora parcheggiare, le otto e diciassette, CI SONO, ECCOMI, solo due minuti di ritardo solo du… Corro, corro in presidenza… Chiuso? MA NON è POSSIBILE! Due minuti di ritardo e se ne sono già andati via tutti? E come faccio? E il registro? I fogli? le buste? Le fotocopie? Avranno preso tutto loro… Vado a scuola, non c’è altro da fare. I ragazzini saranno già lì, o staranno per arrivare. Sarà la prima volta che arrivo in anticipo.

– Signora Pierina, buongiorno.

– Buongiorno, professoressa.

– I ragazzi?

– Non c’è nessuno.

– Come non c’è nessuno? Hanno la prova di inglese oggi. Ho pure le tracce… non ho le buste, ma ho le tre tracce…

– Qui non è venuto ancora nessuno.

dure ore dopo

– Senta, signora Pierina, qui non si vede nessuno, al telefono non mi risponde nessuno, NESSUNO! Io me ne vado… cioè, non capisco, sono esterrefatta… lei potrà immaginare quanto…

– Certo, certo, professoressa.

– Allora, vado?

– Come vuole, professoressa.

– Mi chiami se arriva qualcuno, eh…

– Appena arriva qualcuno la chiamo. Non si preoccupi.

Un ‘ora dopo a casa di Timotea

– Pronto?

– Professoressa?

– Sono io… chi parla…?

– SONO IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE! MA DOVE SI ERA CACCIATA?

– Come dove? Io, io, ero A SCUOLA!

– MA STA SCHERZANDO? L’ABBIAMO CERCATA TUTTA LA MATTINA!

– Le assicuro, presidente, che io non ho ricevuto nemmeno una chiamata.

– Ne è sicura?

– SICURISSIMA!

– Lei non si rende conto di cosa ha fatto. E’ saltata la prova di inglese, probabilmente ha invalidato tutto l’esame di questi ragazzi, dovranno ripetere l’anno in blocco!

– MA IO… MA IO.. IO…

– AHAHAHAHAHAH, PROFESSORESSA, LE ABBIAMO FATTO UNO SCHERZO!!!

– IHIIHIHIHIHI

– EHEHEHEHEH

– OHOHOHOHOH

– Ci sono pure tutti i suoi colleghi!

– Uno scherzo? MA QUESTO NON E’ UNO SCHERZO, E’ UN ATTENTATO ALLA MIA SALUTE ALLA MIA VITA!

– I suoi colleghi le mandano un messaggio: vuoi vedere che l’anno prossimo ti ricordi di arrivare a scuola in orario? Le dice qualcosa?

– Ehm… qualcosina…

– Timo? Timo?

– Cosa? Chi?

– Timo?

– Eh?

– Sono le sette! Alzati! Non vorrai arrivare in ritardo anche oggi???

– Porca miseria!

– Non ti ho svegliato in orario???

– Porca miseria, ho avuto un altro di quei maledetti incubi…

– Ancora?

– Ancora… e dopo questo, probabilmente non guarirò mai più…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...